Immagini di riferimento

img_thesis
 

Oggetto della tesi

I RADAR in generale, ed in particolare quelli utilizzati per il controllo del traffico aereo, hanno usualmente una copertura di materiale trasparente alle onde elettromagnetiche detto radome. I radome costituiscono una protezione per l’antenna RADAR contro gli agenti atmosferici. L’intera struttura è posta alla sommità di un traliccio di altezza variabile in base alle esigenze di copertura ed alle condizioni orografiche circostanti. Il radome è oggetto di manutenzione periodica preventiva per verificare la presenza di danni sia alla parte strutturale (struttura metallica e punti di fissaggio tra i panelli), che sullo stato dei pannelli. Tale attività viene svolta con un controllo visivo tramite personale specializzato con l’ausilio di attrezzatura solitamente in uso ai rocciatori. L’attività si configura ad alto rischio per il personale che la svolge. Il controllo visivo, inoltre, non assicura l’individuazione di lesioni interne ai pannelli, segno di una possibile futura rottura. L’obiettivo dello studio di tesi consiste nell’individuare una soluzione che, utilizzando sensori ottici ed elettromagnetici installati su un drone, sia in grado di riconoscere le anomalie interne ed esterne dei pannelli e della struttura metallica del radome, nell’ottica di una manutenzione predittiva.

Strumenti di software

Matlab/Simulink, Gazebo, C++, ROS

Docente di riferimento

Vincenzo Lippiello - vincenzo(dot)lippiello(at)unina(dot)it